Esattamente una settimana dopo a Capo d’Orlando si replica. La DAI Optical Virtus Basket Molfetta torna ad attraversare lo Stretto alla ricerca di quel successo che le consentirebbe di approdare in finale e coronare il sogno di una stagione. Dunque Sicilia contro Puglia, visto che i biancoazzurri sono l’unica compagine pugliese a rappresentare la propria regione in questa ultima fase del torneo. Domenica 26 Maggio alle ore 18, presso l’Infodrive Arena di Capo d’Orlando andrà in scena l’ultimo atto delle semifinali playoffs di Serie B Interregionale che metterà difronte, ancora una volta, due squadre toste e determinate. Sette giorni dopo, sarà necessario il verdetto di Gara 3 per conoscere chi tra le due squadre affronterà Ragusa, da mercoledì già qualificata alla finalissima. Le ultime due trasferte a Capo d’Orlando hanno lasciato l’amaro in bocca agli uomini di coach Carolillo, che non sono mai riusciti ad esprimersi al meglio. Il successo di Molfetta è tornato a dare ai biancoazzurri tanta fiducia e quella consapevolezza nelle proprie forze che va sfruttato anche in trasferta. Ormai le due squadre si conoscono alla perfezione, non esistono segreti o pretattiche perché si preannuncia una partita vera, che verrà affrontata a viso aperto. Alla Virtus non dovrà mancare quel pizzico di coraggio che potrebbe fare la differenza soprattutto in trasferta perché questa volta non ci sarà il pubblico del Pala Poli a sospingere la squadra. Dopo la gara di mercoledì, i biancoazzurri sono tornati ad allenarsi in palestra e sul parquet prima della partenza per la Sicilia. Importanti le parole pronunciate da uno dei suoi trascinatori, Georgi Sirakov, alla viglia del match. “Adesso è arrivato quel momento in cui dobbiamo fare di più – ha commentato – andare a Capo d’Orlando certi di quello che possiamo dare in campo. Loro sono sicuramente una buona squadra, ma noi abbiamo dimostrato di meritare di andare sino in fondo. Domenica dovremo essere molto più duri fisicamente e mentalmente. Le possibilità di passare sono tante – ha concluso – andiamo in Sicilia per vincere”. Seppure già messo in conto, quello di domenica è un match che l’Orlandina avrebbe voluto tranquillamente evitare, chiudendo i conti con Molfetta già mercoledì scorso. Non è stato così. Al Pala Poli, gli uomini di coach Bolignano si sono ritrovati dinanzi una squadra diversa, mai doma, scesa in campo con un atteggiamento diverso rispetto alla gara precedente. Tornare a giocare all’Infodrive Arena rappresenta per i padroni di casa sicuramente un grande vantaggio, ma le possibilità di passare il turno adesso sono le stesse per entrambe le squadre. Una gara da dentro o furi che vale una stagione.