Il 29 e 30 giugno prossimo, tutto il centro cittadino da piazza Garibaldi a banchina San Domenico, passando per il centro storico e Cala sant’Andrea, si trasforma in un unico grande teatro all’aperto con stand, aree tematiche, momenti di spettacolo con il MolFest, prima edizione del festival comix a Molfetta. E sarà festa per tutti.

Saranno coinvolte realtà locali, centinaia di artisti, migliaia di cosplayer con costumi che rappresentano i personaggi del cartoon, dei videogiochi, dei film di animazione, più in generale, della fantasia. L’obiettivo è fare inclusione nel nome della gentilezza, il claim del festival, e del divertimento. Non c’è limite di età.

E sarà ancora più festa con la partecipazione dei più piccoli, i bimbi di tre anni che frequentano il primo anno della scuola materna che daranno vita ad una serie di flash mob a tema Minions colorando le vie del centro cittadino. Tutti i genitori interessati possono rivolgersi alle segreterie delle scuole, che nei giorni scorsi hanno ricevuto apposito invito dal Settore socialità.

Le spese dei costumi saranno rimborsate dal Comune. I piccoli saranno coinvolti nelle prove del flash mob che poi proporranno alla città in un momento di gioia e divertimento che conquisterà tutti.

«Guardiamo con interesse a questa grande iniziativa che, ne siamo certi, riuscirà a coinvolgere non solo Molfetta ma – il commento del Sindaco Tommaso Minervini e dell’assessore alla socialità, Anna Capurso – anche le città vicine. Sono attese migliaia di persone e questo significa aprire le porte della città al turismo e a una manifestazione che ha eguali solo nelle città del centro e nord Italia. Per questa felice intuizione ringrazio la dirigente del Settore socialità, Lidia de Leonardis, e il suo staff, gli assessori e i consiglieri comunali che sostengono l’azione Amministrativa e tutti coloro che stanno collaborando perché il MolFest sia la festa di tutti».