E’ terminata da due settimane la stagione sportiva della Polisportiva Dinamo Molfetta. Un anno dalla duplice facciata sia per quello che riguarda la compagine femminile che maschile. In Serie C Nazionale la squadra è riuscita a migliorare il suo piazzamento rispetto alla stagione precedente, centrando l’obiettivo preposto, qualificandosi storicamente per la Coppa Puglia e partecipando alla fase playoff. Al contrario della compagine femminile, l’obiettivo della permanenza in serie D non è stato centrato dalla squadra maschile, battuta nei playout. A fare il bilancio della stagione Dinamo è stato il suo General Manager, Nico de Robertis. «Nell’analisi di questa stagione, parto dai risultati conseguiti nella Serie C Femminile – ha affermato il dirigente della società arancio – decisamente positivi nella regular season. Ci eravamo prefissati il raggiungimento di quel piazzamento utile a poter disputare le gare del pool promozione. Ci siamo riusciti, direi, anche senza troppa difficoltà, vincendo delle gare importanti. La seconda parte della stagione è stata meno esaltante, ma non tanto per demerito nostro ma per merito delle avversarie, meglio strutturate per il salto di categoria. Il rammarico è di aver concluso questa fase senza vittoria, ma nel complesso il risultato è positivo». Tra la fine della regular season e l’inizio delle gare valide per il pool promozione, a prendere le redini della squadra è stato coach Michele Drago. «Con la società abbiamo preso questa decisione – ha proseguito de Robertis – in quanto era un’esigenza già nell’aria e si sentiva da qualche tempo. Abbiamo ritenuto opportuno fare questo cambio per dare una svolta ad un certo tipo di risultati, non proprio positivi rispetto alla prima fase del campionato». Come si diceva, non sono riusciti ad ottenere la salvezza in Serie D i ragazzi della Dinamo, che dalla prossima stagione, potrebbero dover tornare in Prima Divisione. «Certamente siamo rammaricati per l’obiettivo non raggiunto – ha ribadito il General Manager della Dinamo Molfetta – ma abbiamo creato un gruppo che, nonostante le numerose sconfitte subite e le vicissitudini che si sono susseguite, ha dimostrato di essere coeso. Speriamo di riuscire a mantenerlo saldo così da poter riuscire a programmare meglio la prossima stagione, non sapendo con precisione la categoria che disputeremo perché potremo essere anche in odore di ripescaggio». E dunque, sul futuro Dinamo, de Robertis ha concluso: «Tra qualche giorno ci siederemo a tavolino con la società per capire come tracciare la stagione 2024/2025».