Una nuova avventura, un nuovo racconto renderà la città pugliese il cuore gentile della cultura POP. È MolFest, il nuovo festival dedicato al mondo comics, games, cosplay, videogames, esports e tanto altro che si terrà il 29 e 30 giugno 2024 nel centro della città di Molfetta a cura di STEP, del gruppo LEG – Live Emotion Group promosso dal Comune di Molfetta.

Il tema della prima edizione sarà “Kindness”
In un momento storico complesso, MolFest risponde e avvia la sua narrazione con “Kindness”, gentilezza, tema fondante dell’evento. In quest’ottica sul territorio ci sarà un massivo coinvolgimento di oltre 60 associazioni locali orbitanti in vari ambiti del tessuto sociale e culturale di Molfetta. Un preciso intento che vedrà uno sforzo organizzativo rivolto allo sviluppo di diversi percorsi legati all’universo della cultura POP con tre principali obiettivi (più uno extra): proporre un programma di attività accattivanti per il grande pubblico, valorizzare il patrimonio architettonico del centro storico della città, iniziare un percorso di sviluppo del tessuto culturale di settore dei giovani molfettesi mettendo a disposizione il know-how degli operatori che da anni sono considerati leader del settore nei vari ambiti dell’entertainment. Ciò genererà una migliore predisposizione d’animo per superare ogni barriera e vivere appieno il territorio senza preconcetti.

La città si trasforma in uno scenario immaginifico
Sarà la narrazione di un viaggio emozionante, che inizierà dalla Villa Comunale Giuseppe Garibaldi di Molfetta dove sorgeranno le prime 4 aree tematiche incentrate sull’universo Marvel degli Avengers, il mondo dell’oriente, l’universo delle principesse Disney e quello delle atmosfere horror gotiche. Tali aree in cui saranno presenti allestimenti suggestivi saranno gestite in collaborazione con Il Volta, il più importante evento europeo dedicato alla fotografia cosplay.

Non può mancare la tecnologia per focalizzare sulle grandissime innovazioni che essa porta in questo settore, raccontandone potenzialità visive e sensoriali. L’avventura a Molfetta punta al futuro degli sport elettronici e prosegue nella Sala dei Templari con la realizzazione di un’area legata al mondo dei videogiochi in collaborazione con l’azienda internazionale, leader dell’universo esports, Qlash: saranno organizzati esaltanti tornei e approfondimenti con tantissimi esperti a beneficio dei molti appassionati.

Emozioni più intense si eleveranno dal Torrione Passari che sarà centro di una “experience room” legata al mondo medievale e fantasy a cui sensorialmente faranno eco dei suggestivi concerti acustici che si terranno al tramonto sul terrazzo affacciato sul mare. In questo ambito si svilupperà una delle iniziative più complesse della rassegna: ogni giorno si terrà una grande caccia al tesoro tematica in collaborazione con la Lega Navale, sviluppata in tutto il centro storico, culminante nell’esperienza di poter rivivere l’approdo di coraggiosi cavalieri. I partecipanti più ardimentosi saranno condotti via mare all’approdo sant’Andrea per l’occasione trasformato in un accampamento medievale.

Interazioni, regole e giochi faranno capolino grazie alla collaborazione con Play Festival del Gioco e l’azienda leader in Italia Dadi e Mattoncini. Verrà infatti allestita sulla banchina Seminario un’enorme area dedicata al gioco da tavolo dove vedremo la compresenza di molte associazioni locali e brand internazionali quali Asmodee e DV Giochi.

Un richiamo esperienziale al tema della gentilezza e dell’inclusione trova riscontro anche nel tunnel sensoriale ideato e progettato dalla Lega del Filo d’Oro, per poter apprendere e comprendere. Si tratterà di un percorso immersivo per giocare con gli stimoli dei cinque sensi.

In generale, il centro storico stesso diventerà cuore pulsante di questa tessitura trasformandosi in un grande palcoscenico a cielo aperto grazie all’animazione creata dalle varie associazioni teatrali del territorio che, rispondendo all’appello del MolFest, trasformeranno angoli suggestivi della città in piccoli set teatrali.

I primi grandi ospiti annunciati per MolFest
Doveroso l’annuncio anche dei nomi dei primi artisti che hanno aderito all’iniziativa e che renderanno il festival unico per coinvolgimento e suggestioni musicali. Partendo da Andrea Rock e i Rosko’s e dagli ANIMEniacs Corp, reduci da “Italia’s Got Talent” per la parte musicale, per arrivare all’attore Ubaldo Pantani, attualmente in onda con “Che tempo che fa” e “Gialappa’s Show”, al disegnatore Simone Bianchi, ormai considerato massimo esponente del mondo comics internazionale, per arrivare infine, a concludere la primissima carrellata di ospiti dell’evento, all’amatissima Cristina D’Avena, vera icona del mondo legato ai cartoni animati e alla cultura POP nazionale.

Tra le altre realtà che saranno presenti al MolFest anche Echo Group, azienda leader nell’organizzazione di eventi legati al mondo del cinema, e Crossover Universo Nerd con i suoi content creator che racconteranno il festival a chi non potrà partecipare alla kermesse.

La realizzazione del festival MolFest è stata affidata alla azienda STEP (Stage Event Productions) del gruppo LEG (Live Emotion Group) che attraverso il ramo d’azienda CFC, Comics Festival Community, è presente in tutta Italia attraverso la sua rete di festival uniti dalla volontà di condividere il proprio know-how per sviluppare nuove idee, promuovere in sinergia le proprie realtà e mettere a disposizione le proprie specializzazioni e i punti forti di ogni singolo evento.

«Ho seguito sin dalle prime battute la nascita di questa iniziativa che sicuramente – sottolinea l’assessore alla socialità del comune di Molfetta, Anna Capurso – incontrerà l’entusiasmo del pubblico, non solo di Molfetta. Sappiamo che migliaia di persone giungeranno anche da fuori città, anzi da fuori regione. Guardiamo all’inclusione, alla festa di tutti, al divertimento sano, alla partecipazione trasversale di persone di ogni fascia di età».

«Ancora una volta ringrazio tutti coloro che, con grande prova di coesione comunitaria – il commento del Sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini – si sono resi disponibili per questo grande evento. Come Comune abbiamo investito nell’iniziativa di forte respiro nazionale che punta all’inclusione e alla valorizzazione del territorio molfettese e di tutte le sue energie positive. Molfetta entra nel circuito dei Festival di settore e ambisce a diventare punto di riferimento per il sud Italia. Un ringraziamento doveroso anche alla dirigente del Settore Socialità, Lidia de Leonardis, alla Giunta ed ai Consiglieri comunali che sostengono l’azione di grande rilancio che stiamo effettuando dell’immagine di Molfetta».

«Entusiasmo, empatia, solarità, gentilezza, sono state le prime impressioni che io e tutta la squadra STEP abbiamo avuto quando abbiamo incontrato per la prima volta le istituzioni, le associazioni, gli abitanti di una città, Molfetta, che sembra essere un grande bellissimo teatro naturale, di grande ispirazione per un progetto su un festival di cultura pop» racconta Sandro Giacomelli che con Tania Ferri ed Elisabetta De Luca è a capo di STEP e di LEG – Live Emotion Group, e prosegue: «C’è una grande collaborazione sia con il Comune, che ringrazio a nome di tutti noi, sia con le associazioni che saranno parte fondamentale del progetto. Un festival di cultura POP ha mille sfaccettature, è inclusivo, è performante, sincero ma soprattutto è per tutti. Siamo all’inizio di un grande viaggio di arte e sentimenti».

Come dimostrazione della volontà di sviluppare al meglio il progetto, l’azienda ha voluto coinvolgere il suo capo progetti Gianluca Del Carlo per la direzione artistica e Paolo Gualdi per lo sviluppo delle aree. i due professionisti, assieme ad una squadra che si sta dimostrando vulcanica, hanno firmato, tra le altre cose, eventi come Falcomics e Chiavari in Cosplay con risultati inaspettati all’inizio del percorso creativo.