Final-Eight C5: Molfetta, San Ferdinando e Manfredonia sul tetto di Puglia

Straordinaria cornice di pubblico nella 4 giorni di gare al “PalaPoli”

Successo di pubblico e organizzazione pressocchè perfetta. E’ questa la sintesi della prima edizione della Final-Eight pugliese di calcio a 5, andata in scena sul parquet del “PalaPoli” di Molfetta e che ha visto assegnare gli ambiti trofei del futsal regionale: la Coppa Italia della serie C1, la Coppa Italia della serie C Femminile e la Coppa Puglia di serie C2.

Avvincente e combattutissima la finale femminile. A trionfare la giovane formazione del Manfredonia 2000 di mister Portovenero che in rimonta ha superato il Cerignola con il punteggio di 3-2. Alla doppietta della cerignolana Guercia, capocannoniere della competizione, la formazione sipontina ha risposto con le marcature di Ciociola e D’Alessandro. Decisiva per la vittoria la rete a tre minuti dalla fine di Maccione.

Non è mancato lo spettacolo anche nella finale di Coppa Puglia di serie C2. E’ il San Ferdinando 1942 a salire sul tetto di Puglia battendo 2-1 un mai domo Trulli & Grotte. Primo storico trofeo per la compagine del presidente Salerno e del tecnico Giuseppe Russo. A decidere l’atto conclusivo una doppietta di Lupoli. Di Mastrangelo invece la rete della formazione di Castellana Grotte.

Oltre 1500 spettatori per la finalissima di Coppa Italia di serie C1 che ha visto trionfare i padroni di casa delle Aquile Molfetta. Un perentorio 7-2 per la squadra di mister Rutigliani contro un Just Mola voglioso ma che poco ha potuto fare al cospetto della corazzata del presidente Donato De Giglio. Una festa a forti tinte biancorosse che porta le firme di Teo, autore di una doppietta, Di Benedetto, Perez Ortiz, Gonzalez, Barbolla e capitan Cirillo. Per il Mola doppietta di Lestingi, bomber della competizione con 12 reti. Scrocianti applausi e concentrato di emozioni durante la cerimonia di premiazione con le Aquile Molfetta che hanno voluto dedicare la vittoria del trofeo all’indimenticato Vincenzo De Giglio.