Share

Exprivia senza punti in Lombardia contro Milano

Mercoledì gara secca a Piacenza per la Coppa Italia

Scivola Molfetta al PalaYamamay di Busto Arsizio contro Revivre Milano in una gara che ha visto l’Exprivia aggiudicarsi il primo set per poi subire la rimonta dei lombardi con Starovic (20 pt) in grande spolvero e nominato MVP del match. Gulinelli, schiera la formazione tipo con Thiaguinho in palleggio e Sabbi opposto, Polo e Vitelli al centro con Joao Rafael (migliore dei biancorossi con 20 punti) e Olteanu in banda, libero de Pandis. Durante il match spazio anche agli uomini della panchina con, in particolare, una buona prova anche del neo arrivato Maicon Leite, centrale brasiliano autore di 6 punti.

E’ tuttavia Sabbi a chiudere il primo set sul 22-25 dopo un parziale sempre nelle mani ospiti e mai in discussione con Milano poco reattiva. Ma come spesso accade nel volley, nel secondo parziale, pur con le stesse formazioni in campo, sono i padroni di casa lombardi a fare la voce grossa con Starovic sugli scudi ed il 25-17 finale. Terzo parziale in pieno equilibrio con l’Exprivia, rivoluzionata da Gulinelli, in piena corsa durante il set tranne che per un inizio da incubo con l’8-3 per Milano. Punto su punto i molfettesi recuperano e riaprono il parziale sul 21-20 grazie all’ace di Hendriks. Ma Milano è più cinica e con de Togni e Boninfante, subentrati rispettivamente a Tondo e Sbertoli, non si fa sorprendere e porta a casa il parziale (25-21). Quarto parziale con i padroni di casa che possono contare su uno Starovic formato deluxe abile a tracciare il solco definitivo sulle speranze di rimonta della squadra di Gulinelli. E’ 25-21 finale con il 3 a 1 che condanna i molfettesi ad un rientro in Puglia amaro.

Ma per l’Exprivia non c’è tempo di rifiatare: mercoledì, infatti, si torna in campo a Piacenza per la sfida secca valida per gli ottavi della Del Monte Coppa Italia.  Poi per la Superlega si torna al PalaPoli domenica 18 dicembre per affrontare la Calzedonia Verona in un match importante ed utile per togliersi dalle parti basse della classifica.

Lascia un Commento